Pagine

venerdì 28 dicembre 2012

Pie di frolla alla frutta

Oggi un dolce natalizio...molto goloso, adatto sia per un thè con le amiche, o per un invito a cena. Io l'ho preparato per lo scorso Capodanno ed è stato un successone… 


Ingredienti
dose per 8 persone (torta di diametro 18 cm)

340 g di farina

8 tuorli
170 g di burro
70 g di zucchero semolato
160 g di zucchero a velo
3 dl di latte
una mela Golden
100 g di fichi secchi
100 g di albicocche secche
100 g di datteri
4 amaretti
2 chiodi di garofano
1 baccello di vaniglia
burro per lo stampo
un pizzico di sale

Procedimento
Pasta Frolla

Impastate la farina con 140 g di zucchero a velo, 5 tuorli, un pizzico di sale e il burro morbido a pezzetti; fate una palla e riponetela per un'ora in frigo.

Crema alle spezie

Bollite il latte con le spezie; montate i tuorli rimasti e lo zucchero semolato, unite il latte filtrato e fate addensare la crema a fuoco medio. Tolta dal fuoco, unite la mela e la frutta secca tagliate a pezzetti.


A questo punto, togliete la frolla dal frigo, stendete 2/3 della stessa e foderate uno stampo di 18 cm di diametro e almeno 5 cm di altezza, imburrato; spolverizzatelo con gli amaretti ridotti in briciole e riempitelo con la crema. 
Stendete la pasta frolla rimasta, formate un disco leggermente più grande dello stampo, e con un tagliabiscotti a forma di stella incidete la parte centrale del disco. Rapidamente appoggiate il disco sulla torta (fate attenzione in quanto la crema sarà calda e tenderà a sciogliere la pasta frolla) e sigillate i bordi, decorandoli a piacere. 
Infornate a 180°per un'ora e 10 minuti. 
Fate raffreddare il pie prima di sformarlo altrimenti rischierà di rompersi.
Spolverizzate con zucchero a velo e servite.

A presto,
Made with Love for...

domenica 23 dicembre 2012

mercoledì 19 dicembre 2012

Christkindlmarkt

Si tratta di uno dei mercatini di Natale più famosi in Europa, frequentato da turisti e appassionati provenienti da numerosi Paesi, la città si veste a festa, ovunque si trovano alberi, decorazioni e luci di Natale, che rendono ancor più romantico l'affascinante centro storico. E' uno dei principali eventi che la città ospita nel corso dell'anno…di che città si tratta? Semplice… 




Direttamente per voi qualche meravigliosa idea dai Mercatini di Natale di Salisburgo!!! Si trova qualsiasi cosa, e soprattutto, ci sono moltissime e bellissime idee da copiare!!!




La città, situata in una posizione di singolare bellezza sul fiume Salzach, affluente dell'Inn, offre numerosi hotel o B&B dove poter trascorrere la notte e mangiare qualche piatto tipicamente austriaco.
La città vanta importanti edifici storici come il Duomo, la chiesa di St. Peter in stile romanico nel cui cimitero riposa la sorella di Mozart “Nannerl”, il convento benedettino di Nonnberg, la chiesa dei Francescani (Franziskanerkirche) con la navata centrale in stile romanico e la fortezza Hohensalzburg, costruita nel 1077 su una collina di 542 metri che domina tutta la città, ampliata nel periodo rinascimentale e comodamente raggiungibile con una funicolare.
La città è anche un grande centro di studio, ricca di istituzioni culturali e biblioteche. Notevole importanza riveste la musica che è strettamente legata al benessere della città grazie soprattutto al suo figlio più celebre, Wolfgang Amadeus Mozart, che rappresenta il richiamo principe del Festival di Salisburgo.





Per info:

A presto,
Made with Love for...

mercoledì 12 dicembre 2012

Gingerbread

Oggi: gingerbread ...


Ingredienti

360 g di zucchero di canna

100 g di zucchero semolato
1 bustina di zucchero vanillinato
360 g di burro
2-3 uova
25 g di latte intero

720 g di farina
10 g di lievito chimico
2 g di sale
spezie in polvere (cannella, zenzero, pepe, chiodi di garofano, anice stellato, ecc.)

Per decorare:
glassa, coloranti alimentari, cioccolato fondente, cioccolato bianco, perline argentate, perline di zucchero rosa, etc.

Mescolate i tre tipi di zucchero ed unite il burro, la cannella, lo zenzero (potete variare a vostro piacimento le quantità delle spezie) ed il sale. 
Unite poi le uova, il latte e, infine, la farina setacciata insieme al lievito (Io preparo tutto con il robot da cucina). Formate una palla e lasciate riposare in frigorifero per almeno un'ora circa. 
Stendete poi la pasta mantenendo uno spessore di 0,5 cm e tagliate i biscotti con le formine per biscotti che preferite (sono famosissimi gli omini di Pan di Zenzero oppure le casette da decorare). 
Infornate a 170° (forno preriscaldato) per circa 20 minuti, quindi fate raffreddare e poi passate alla decorazione. Quest'ultima potrà essere realizzata con Pasta di Zucchero-Sugarpaste, con glasse o con cioccolato. Di seguito trovate alcuni esempi: armatevi di pazienza, siringa per dolci e pinzette!!!


Se volete creare gli omini di Pan di Zenzero, in vendita trovate gli appositi stampi in silicone: facilissimi da utilizzare ed il risultato è perfetto!!!Sono ottimi anche per realizzare i biscotti da appendere sul vostro albero di Natale.

A presto,

Made with Love for ...

sabato 8 dicembre 2012

Il Natale si avvicina...


A volte basta davvero poco per creare il Natale…una catasta di legna, due piccoli abeti, una lanterna, una renna, un nastro rosso ed una spolverata di neve ed è subito Natale (mi rendo conto che farlo in città sarebbe piuttosto complicato…ma qui, a San Candido sembra tutto più semplice!).



Sarà perché sono ricordi di infanzia ormai indelebili, o perché l’Alto Adige mi è sempre piaciuto, ma ogni volta che passo da queste parti mi sembra di entrare in una favola…

A presto,
Made with love for...

sabato 1 dicembre 2012

Corona dell'Avvento

Occorrente

Rami di pino
Bacche rosse
Rami di agrifoglio
Muschio
4 mele rosse
4 candele rosse
spugna per fiori
ciotola 

La sera prima, mettete a bagno la spugna per fiori freschi.  Sagomate la spugna cercando di riempire il più possibile la ciotola-portavaso, successivamente tagliate i rami di pino ed infilzateli a raggiera nella spugna. Inserite, tra un ramo di pino ed un altro, i rami con le bacche rosse (ad esempio, sono molto belle, oltre a quelle dell’agrifoglio, quelle della Nandina), ed infine infilzate i rami di agrifoglio nella parte centrale della corona. Al centro posizionate il muschio, in modo da ricoprire tutti i buchi lasciati dai rami. Prendete le mele e, con il leva torsolo, praticate un foro centrale, all’interno del quale, con una lieve pressione (altrimenti le mele si spezzano) inserirete le candele rosse. A questo punto, inserite uno stuzzicadenti nelle mele ed infilzatele nella spugna facendo in modo che siano ben salde. Ora manca solo il fiocco: io ho usato un nastro scozzese con un filo dorato, sul quale ho incollato con la colla a caldo una stellina in stoffa dorata  e due stecche di cannella. Se vi fa piacere potrete spruzzare la composizione con  uno spray brillantinato oppure lasciare tutto al naturale. Accendete le candele e il Natale sarà più vicino!!!

 A presto,

Made with love for…

venerdì 23 novembre 2012

Arriva l'inverno...

Eccoci qui…l'inverno si avvicina..ed i nostri piccoli amici in giardino rischiano di non trovare cibo a sufficienza, specialmente se abitano in città. Per questo motivo, io e mio fratello, con qualche vecchio asse di legno abbandonato in soffitta, abbiamo realizzato una mangiatoia per uccellini.
Sono ormai due anni che possiedo una mangiatoia e devo dire che, ormai ho creato la mia affezionata clientela: cinciallegre e pettirossi.




Vi consiglio, per ammirare da vicino gli uccellini, di posizionare le mangiatoie, non troppo vicino ai luoghi dove vi muovete troppo (gli uccellini si spaventeranno) ma, dalla finestra della cucina o dal soggiorno (o dei luoghi che frequentate maggiormente), in modo da poterli osservare senza disturbarli o spaventarli.
Il rifornimento va sospeso gradualmente all'arrivo della stagione riproduttiva, quando gli uccellini trovano agevolmente cibo in natura.
Nel prossimo post troverete tutte le indicazioni per realizzare la casetta.

A presto,
Made with Love for...


mercoledì 24 ottobre 2012

Cuore di castagne

Autunno...Tempo di castagne!!! Mi sono lasciata trascinare dall'ispirazione del DIY e, ieri sera, ho realizzato questo cuore da appendere vicino alla porta d'ingresso. Dapprima ho realizzato una base in legno e successivamente, munita di colla a caldo ho incollato tutte le castagne..e per completare…un grande fiocco di juta e rafia.


Attenzione: alla fine è pesantissimaaaaa! Assicuratevi che il chiodo su cui appenderete il cuore regga il peso!!!
A presto,
Made with Love for... 

domenica 26 agosto 2012

Alla ricerca del tesoro...

Finalmente ho trovato ciò che cercavo: gli animaletti in corten!!! Sono dovuta andare fino in Carinzia per acquistarli, in un delizioso negozietto sulle rive del lago Woerthersee. Ora, con grande soddisfazione, fanno parte del mio giardino un'anatra, un riccio ed una chiocciola.


A presto,
Made with Love for...

domenica 12 agosto 2012

Crostata ai frutti di bosco

Crostata ai frutti di bosco...un classico sicuramente, ma in questa ricetta ho voluto proporvi le ricette migliori, tra tutte quelle da me provate, della pasta frolla e della crema pasticciera. Ovviamente questa è la base di una crostata alla frutta, poi, come ben saprete, potete divertirvi, sia con la frutta che con la decorazione.
Buon divertimento!!!
                         
Ingredienti
dose per 8 persone (torta di diametro 24 cm)

Pasta Frolla:

300 g di farina
3 uova (di cui 2 tuorli)
110 g di zucchero
150 g di burro
sale
legumi secchi

Crema pasticciera:
8 tuorli d'uovo
90 g di farina
1 l di latte
250 g di zucchero
baccello di vaniglia

scorza di limone


Guarnizione:
350 g di mirtilli, more e lamponi


Procedimento

Crema pasticciera


Raccogliete in una bastardella i tuorli e lo zucchero e montateli leggermente utilizzando una frusta (la migliore sarebbe una frusta a mano, ma io, che ho sempre poco tempo, uso lo sbattitore elettrico).

Incorporate al composto così ottenuto la farina ed un pizzico di sale, sempre lavorando con la frusta per evitare che si formino grumi.
Stemperate il tutto con un litro di latte che avrete riscaldato e aromatizzato con un  bacello di vaniglia (è sufficiente incidere per lungo il bacello di vaniglia e farlo riscaldare con il latte) e/o con la parte gialla della buccia di limone (la parte bianc risulterebbe amara). A voi la scelta se mettere vaniglia o buccia di limone o entrambi, a seconda dei gusti, io nella preparazione della crema pasticciera per crostate di frutta metto sempre anche la buccia del limone.
Fate scendere il latte a filo attraverso un colino per trattenere le scorie (io dopo aver fatto questa operazione ri-aggiungo il baccello di vaniglia cosicchè la crema acquisti più sapore).
Trasferite la crema nel pentolino dove prima avete riscaldato il latte, mettetela sul fuoco a calore moderato e fatela cuocere per alcuni minuti, mescolando sempre con una paletta, o meglio con una frusta (a mano) per raschiare il fondo ed evitare che la crema si attacchi.
Appena la crema si sarà addensata, spegnete il fuoco e utilizzate ancora la frusta per rendere omogeneo il tutto.
A questo punto, la crema va fatta raffreddare versandola in una ciotola immersa in un bagnomaria di acqua ghiacciata.
Cospargete la superficie con una spolverata di zucchero in modo che non si formi la pellicola sopra.
Una volta raffreddata è consigliabile rilavorare velocemente la crema con la frusta o con lo sbattitore.





Pasta frolla
Raccogliete la farina sulla spianatoia con un pizzico di sale, distribuitevi sopra il burro freddo a pezzetti e incominicate a mescolarlo alla farina con la punta delle dita.
Aggiungete lo zucchero e create una fontana al centro.
Unite l'uovo ed i tuorli, uno alla volta, e amalgamate gli ingredienti.
Lavorate velocemente la pasta, riponetela in un piatto fondo, coprite con pellicola e mettetela in frigorifero per un'ora.
Stendete la frolla sulla spianatoia leggermente infarinata, in modo da ottenere una sfoglia di 4-5 mm di spessore.
Foderate il fondo e le pareti di uno stampo di 24 cm di diametro con la pasta. Con un po' di pasta tenuta da parte fate un cordoncino e diponetelo lungo i bordi. 
Con i rebbi di una forchetta punzecchiate il fondo, poi ricopritelo con carta da forno e riempitelo di legumi secchi.
Cuocete in forno già caldo a 200°C per 20-25 minuti.
Questo tipo di cottura, con i legumi secchi, si chiama "cottura in bianco" perchè disponendo i legumi sulla base della crostata, si impedisce sia il naturale rigonfiamento durante la cottura, sia una doratura troppo marcata sul fondo.
Sfornate, lasciate intiepidire poi eliminate i legumi che potrete conservare in un barattolo per un'altra preparazione analoga.
Lavate ed asciugate la frutta, particolare attenzione deve essere data ai lamponi perchè non marciscano. Lavate i lamponi, anche all'interno, e diponeteli a pancia in su su un foglio di carta assorbente, in modo che perdano l'acqua al loro interno, che altrimenti provocherebbe la loro marcitura in poco tempo.
Distribuite la crema, leggermente sbattuta, sulla crostata, e disponetevi sopra la frutta preparata. Spolverizzate con un poco di zucchero a velo e con qualche fogliolina di menta.

Due consigli:
1. La crema pasticciera può essere resa più "leggera" incorporando al composto freddo 250 ml di panna fredda precedentemente montata a neve. Mescolando con delicatezza dal basso verso l'alto, otterrete una crema più leggera sia come sapore che come consistenza.
2. Immergete i frutti di bosco in una ciotolina con un albume leggeremente sbattuto, quindi passsateli in zucchero semolato o a velo. Otterrete un delizioso effetto "brina".







A presto, 
Made with Love for...