mercoledì 26 febbraio 2014

Di fiore in fiore... la Melissa

La Melissa (Melissa officinalis) è una pianta erbacea, perenne, dall'aroma di limone con fusti quadrangolari e foglie di colore verde intenso, ovate, dentate, lunghe 3-7 cm. Cresce spontaneamente nell'Europa meridionale.
E' coltivata da oltre 2000 anni per le sue proprietà terapeutiche: è una pianta molto semplice da coltivare e molto rustica (sopporta facilmente temperature inferiori allo zero).
Richiama molto le api: un tempo veniva coltivata come pianta mellifera e probabilmente da questo deriva il nome melissa, che in greco significa "ape da miele".


In giardino
In giardino, trova posto insieme alle altre erbe aromatiche, nei giardino dei semplici, oppure in un angolo del vostro orto. Il fogliame è piuttosto decorativo e profumato e per tale motivo, si può coltivare tranquillamente in un angolo del giardino abbastanza vicino alla cucina o al soggiorno, in modo da apprezzarne, oltre alle caratteristiche culinarie, il profumo. Ovviamente, trova facilmente posto anche nei terrazzi in città.

Coltivazione e raccolta
E' facilissima da coltivare: si può ottenere tramite semina all'aperto in primavera, oppure tramite talea: posizionate un rametto di melissa nel terreno, innaffiate, e, nel giro di qualche giorno, saranno germogliate le prime radici.
La raccolta si effettua quando compaiono i primi fiori e fino a ottobre, senza necessità di rimpianto l’anno successivo poichè si moltiplica tramite stoloni fino a diventare infestante. Per tenere contenuta la sua crescita e poter utilizzare le foglie fresche è bene, tagliare fino a 10 cm da terra la pianta, poco prima che raggiunga la fioritura, in tal modo avrà un aspetto più ordinato e la pianta sarà più sana.
Le foglie si raccolgono prima che la pianta fiorisca, si essiccano all’ombra in luogo molto ventilato, e si conservano in recipienti ben chiusi al riparo dall’umidità. Le sommità fiorite si raccolgono tagliando quasi tutto il fusto, si tagliano, si legano in mazzetti e si essiccano all’ombra in luogo molto ventilato appese ad un filo a testa in giù, e si conservano, una volta essicate, in un recipiente a chiusura ermetica.
Indicazioni
La Melissa, viene consigliata, in caso di stati d’ansia, ipereccitabilità, nervosismo, spasmi dolorosi addominali, insonnia, vertigini, acufeni, emicrania e manifestazioni psicosomatiche a livello cardiaco e intestinale.  Per uso esterno, viene consigliata come decongestionante delle pelle irritata e per alleviare dolori reumatici. Se si strofina una foglia fresca di melissa su una puntura di zanzara, il dolore sarà immediatamente alleviato.
E' ampiamente utilizzata in profumeria, in cosmetica, per la preparazione di creme, e nei liquori.

******************

Melissa officinalis (Erba Limoncina, Cedrina, Cedronella, in inglese Lemon Balm, in francese Mélisse)

Terreno: qualsiasi, meglio se fresco e ben drenato

Esposizione: sole - mezz'ombra

Fioritura: Maggio - Luglio
Fiori: bianco-rosati, poco appariscenti

Profumo: limone

Altezza: 60 - 100 cm
Larghezza: 60 - 80 cm

Semina in pieno campo: da marzo-aprile

Abbinamenti preferiti: Timo, Lavanda, Menta, Salvia, Rosmarino

Usi: in medicina (foglie secche) per preparare infusi, decotti, tisane e "vino", in cucina (foglie fresche raccolte prima della fioritura) per aromatizzare insalate, carni, minestre, dolci, bevande e liquori

Parti della pianta da utilizzare: intera pianta, foglie

Proprietà terapeutiche: antibatteriche, antivirali, fungicide, antidolorifiche, sedative (aiuta a combattere gli stati d'ansia e favorisce il sonno), cicatrizzanti, lenisce l'emicrania,  favorisce il rilassamento dei muscoli (contro i crampi e i dolori addominali), aiuta ad alleviare i disturbi gastrointestinali

Prezzo: una piantina in vaso di diametro da 16 cm costa dai 2,50 Euro ai 4 Euro. Una bustina di sementi (che permettono di ottenere numerose piantine di Melissa) costa 1,20 Euro.

A presto,
Made with Love for...


Nessun commento:

Posta un commento